Competenza, Professionalità e Metodo

A tutti capita di affrontare momenti difficili nella vita. Problemi che non sappiamo come risolvere o situazioni che non sappiamo come affrontare che possono riguardare direttamente noi o i membri della nostra famiglia.

Talvolta per uscire da una situazione difficoltosa è sufficiente fare uno sforzo in più, chiedere aiuto ad amici o parenti che ci aiutino a superare il momento di difficoltà.

In molti altri casi però questo non basta. Spesso le soluzioni suggerite o pensate per risolvere un problema non sono efficaci ed anzi lo fanno solo peggiorare. Ciò che prima aveva funzionato ora non funziona più. Cadiamo vittima di abitudini negative che non riusciamo a modificare da soli. Ci sentiamo sopraffatti dalle emozioni. Ci troviamo all’interno di una situazione complessa che non riusciamo più a gestire

 

dott. Michele Salvagno - psicologo Verona

E’ in questi casi che l’aiuto di uno psicologo e psicoterapeuta si rivela prezioso. Anche quando una situazione ci appare troppo difficile da superare o si trascina da molto tempo, non significa che non possa essere risolta talvolta anche in breve tempo. Attraverso l’utilizzo mirato di tecniche e strategie affinate nel corso di anni di studio e di pratica clinica, il dott. Michele Salvagno guida i suoi utenti a compiere i passi necessari per affrontare e superare le proprie difficoltà, a trovare le risorse necessarie per superare i propri ostacoli e a trovare un nuovo equilibrio personale.

Biografia

È psicologo e psicoterapeuta ed opera in provincia di Verona (zona basso lago di Garda in particolare). Si è laureato nel 1999 in Psicologia all’università di Padova. Nel 2005 si è diplomato alla scuola di specializzazione in psicoterapia ad indirizzo interazionista di Padova. Nel corso degli anni ha inoltre integrato nel proprio approccio alcuni elementi del modello breve-strategico seguendo corsi e seminari tenuti dal prof. Giorgio Nardone. E’ iscritto dall’anno 2006 all’Albo degli Psicologi e Psicoterapeuti dalla regione Veneto con il n°3954.
 

Oltre alle competenze in ambito clinico il dott. Salvagno possiede una formazione specifica nell’area dell’apprendimento (metodo di studio, orientamento scolastico ed universitario) ed in particolare dei Disturbi Specifici di Apprendimento o DSA (dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia). Per ulteriori informazioni visita il sito www.studiarefacile.it

Studio psicologo Verona Affi

Il modello inteazionista

I problemi umani sono complessi. Ogni nostra parola, gesto e comportamento produce infatti un effetto nella nostra vita e in quella altrui contemporaneamente a più livelli: personale, famigliare e sociale.

Il modo in cui affrontiamo (o non affrontiamo) i problemi, piccoli o grandi che siano, influisce ad esempio sul nostro senso di identità e autostimasui rapporti famigliari (con i genitori, il partner o i figli) e sui nostri rapporti sociali (amici, scuola, lavoro…).

In secondo luogo, è importante sapere che qualsiasi tipo di problema che viviamo si regge su un proprio equilibrio interno anche se disfunzionale. Ciò significa che per quanto la situazione in cui ci troviamo sia spiacevole abbiamo spesso difficoltà a modificarla per paura di rompere l’equilibrio su cui si fonda e dover poi affrontarne le conseguenze.

Il modello interazionista fornisce allo psicoterapeuta gli strumenti necessari per affrontare entrambi questi aspetti. Da un lato il modello fornisce tutte le competenze specialistiche necessarie ad analizzare le varie sfaccettature di un problema che la persona si trova a vivere e affrontare.

Frase motivazionale Martin Luther King

Ciò consente allo psicoterapeuta di comprendere come il problema “funziona” nella sua complessità e di individuare il livello più efficace di intervento per guidare la persona a compiere i passi necessari per risolverlo. Uno dei focus del modello è quindi quello di comprendere innanzitutto come la persona interagisce con il proprio ambiente (da qui il termine “interazionista) e di identificare le modalità disfunzionali adottate fino a quel momento per affrontare il proprio problema (le cosiddette tentate soluzioni).

Dall’altro lato, il terapeuta si serve di strategie comunicative, narrative, relazionali, stratagemmi, suggestioni e prescrizioni per indurre la persona a modificare il proprio modo di percepire e “sentire” il problema, così da scardinare l’equilibrio disfunzionale su cui esso si fonda. Ciò significa che la persona viene guidata a percepire diversamente la realtà del proprio problema e ad effettuare i passi necessari per affrontarlo in modo efficace e costruire un equilibrio più funzionale. 

Aree di intervento

 – Ansia, paure e attacchi di panico

 – Problemi relazionali e di coppia

 – Problemi di infanzia e adolescenza 

 – Problemi legati all’umore

 – Lutti, traumi e separazioni

 – Rapporti genitori-figli

 – Difficoltà scolastiche

 – Disturbi di apprendimento

 

menti che comunicano - psicologo Verona

Dove ricevo

Affi (Vr) – Via Napoleone, 8 – Presso Centro di Psicologia & Psicoterapia

Castelnuovo del Garda (Vr) – Via G. D’annunzio, 5 – Presso studio Alke